Sotto Torchio - 6 Settembre 2022

Reddito di cittadinanza, Bonetti: “Un fallimento. Lo stato abbandona chi lo percepisce condannandoli ad una situazione di dipendenza”

Torchiaro: “La ministra Bonetti ci sta parlando di welfare, di misure concrete per aiutare le famiglie e dunque i giovani. Mi viene in mente il reddito di cittadinanza, misura che funziona e non funziona e sulla quale qualcuno, Giuseppe Conte, sta impostando tutta la sua campagna elettorale che però è uno strumento a detta di molti, che può e deve essere riformato. La pensa così?”

Bonetti: “Certamente, deve essere profondamente riformato perché ha mancato l’obiettivo. Uno non ha davvero aiutato le persone che sono in situazione di di povertà, di disagio sociale. Perché il reddito di cittadinanza i cittadini lo devono sapere, lascia sole, le persone vengono dati dei soldi alle persone e senza attivare nessun legame di aiuto, anche da un punto di vista di solidarietà sociale. Questo è profondamente sbagliato e non aiuta le persone a emergere da una situazione di difficoltà. Il secondo tema è che è uno strumento che non attiva indipendenza, autonomia e quindi condanna le persone ad essere dipendenti da un sussidio dello Stato. Allora noi dobbiamo dare le risorse alle persone più povere, ma dobbiamo dare delle risorse che sono non solo finanziarie ma anche di formazione e di competenza per poter entrare nel mondo del lavoro e di sostegno e di solidarietà comunitaria. Tutto questo non è incluso nel reddito di cittadinanza”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO