News - 28 Febbraio 2022

Ucraina, iniziati in Bielorussia i colloqui per il negoziato russo-ucraino

Le delegazioni dell’Ucraina e della Russia hanno avviato i colloqui bilaterali nella regione di Gomel, al confine bielorusso, per intavolare un negoziato che possa fermare l’attacco russo contro Kiev. “Cari amici, il presidente della Bielorussia mi ha chiesto di incontrarvi, accogliervi e garantire il più possibile il vostro lavoro. Come concordato con i presidenti Zelensky e Putin, potete sentirvi completamente al sicuro. Questo è il nostro sacro dovere”, ha detto il ministro degli Esteri della Bielorussia, Vladimir Makei, aprendo i lavori. Al tavolo del negoziato russo-ucraino, non sono presenti né il ministro degli Esteri russo, Serghey Lavrov, né quello della Difesa, Serghey Shoigu. Secondo il media russo Ria Novosti, al tavolo siedono, per parte ucraina, il ministro della Difesa, Oleksiy Reznikov, il consigliere personale e capo staff del presidente Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podoliak, il ‘numero due’ del ministero degli Esteri, Mykola Tochytskyi, i deputati della Rada, David Arakhamia e Rustern Umerov; il primo vicecapo della delegazione ucraina al Gruppo di Contatto Trilaterale, Andriy Kostin.
Per parte russa, sono presenti Vladimir Medinsky, consigliere di Vladimir Putin, il viceministro degli Esteri, Andrey Rudenko, il vice ministro della Difesa, Alexander Fomin, il capo del comitato internazionale della Duma di Stato, Leonid Slutsky, e l’ambasciatore russo in Bielorussia, Boris Gryslov.
“Le prossime 24 ore saranno cruciali per l’Ucraina”, ha detto il presidente ucraino Zelensky in una conversazione telefonica con il premier britannico Boris Johnson.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO