Giulio Pinco Caracciolo
News - 1 Settembre 2022

Le misure del ministro Cingolani a fronte dell’emergenza prezzi del gas e Draghi che chiede uno sprint sul Pnrr, le Breaking News del Riformista Tv

TERMOSIFONI GIU’ DI UN GRADO E UN’ORA IN MENO DA OTTOBRE

Termosifoni giu’ di un grado e accesi un’ora in meno da ottobre. Questa una delle misure del piano per risparmiare i consumi di energia di fronte all’emergenza prezzi di gas e luce che il ministro della Transizione Ecologica Cingolani ha presentato al Cdm. Escluso il ritorno della scuola in Dad, il ministro Bianchi afferma che gli orari e le classi ‘non saranno soggetti a restrizioni’. Intanto, il presidente di Confindustria Bonomi lancia un nuovo allarme sull’emergenza energia, definita ‘un vero terremoto economico’. ‘Il governo deve intervenire prima delle elezioni. Un’impresa su 5 e’ a rischio se la Russia chiude i rubinetti del gas. Non si possono aspettare due mesi’.

DRAGHI CHIEDE UNO SPRINT SUL PNRR, 20 OBIETTIVI IN 2 MESI

Palazzo Chigi chiede ai ministri ‘uno sforzo straordinario’ per raggiungere entro ottobre 20 obiettivi del Pnrr, anticipando cosi’ i tempi concordati con l’Europa. Il nuovo cronoprogramma assegnato alle amministrazioni per attuare il piano e’ stato illustrato in Cdm dal sottosegretario Garofoli. Ad oggi sono stati conseguiti 9 obiettivi e traguardi del Pnrr. L’obiettivo e’ ora di realizzare nei prossimi due mesi oltre il 50% dei traguardi in scadenza a fine anno

RENDIMENTO DEI BTP OLTRE IL 4%, PRIMA VOLTA DAL 13 GIUGNO

Il rendimento del Btp italiano scavalla per la prima volta dal 13 giugno la soglia del 4%, con il decennale che ha toccato un massimo del 4,01% per poi ripiegare sotto il 4%. Ora il titolo si attesta al 3,96%, in rialzo di 8 punti base, mentre lo spread con il Bund tedesco si apre di 4 punti base, a quota 238. A spingere in rialzo i rendimenti di tutti i bond sovrani dell’Eurozona e’ l’attesa per una politica monetaria piu’ restrittiva da parte della Bce, costretta a rialzi dei tassi piu’ decisi per frenare l’inflazione.

LA DELEGAZIONE AIEA ARRIVATA ALLA CENTRALE DI ZAPORIZHZHIA

La delegazione dell’Aiea e’ arrivata alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, secondo quanto ha riferito un inviato dell’agenzia russa Ria Novosti. La missione degli ispettori dell’agenzia dell’Onu restera’ nell’impianto almeno fino a domani e nella regione fino a sabato, affermano le autorita’ filorusse che controllano l’area. Il lavoro degli ispettori comincia tra i combattimenti nella zona e le accuse incrociate Tra Mosca e Kiev di volerla ostacolare. Il ministro degli Esteri russo Lavrov citato da Interfax afferma che Mosca ‘si aspetta che la missione dimostri imparzialita’’.

OK ALLE LINEE GUIDA DEL PIANO GUALTIERI PER IL GIUBILEO 2025

Sono state approvate nel corso di una riunione a Palazzo Chigi con il premier Draghi e il sindaco di Roma Gualtieri le linee guida del piano per gli interventi del Giubileo del 2025, che punta ad agevolare il rapporto tra la citta’ e i milioni di pellegrini e visitatori che arriveranno nella capitale. Gli interventi vanno dalla riqualificazione delle aree attorno al Vaticano alla mobilita’, dal rafforzamento dei sistemi di sicurezza al potenziamento delle attivita’ di pulizia e decoro. La fermata della metro C al Colosseo sara’ aperta dal 2024, ci sara’ una ‘manutenzione straordinaria’ delle linee A e B e un ‘rinnovo massiccio’ del parco mezzi dell’Atac.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO