Giustizia - 30 Luglio 2021

La protesta delle associazioni delle vittime delle stragi: “Questa riforma pone fine alla parola giustizia”

Le associazioni che fanno capo alle famiglie di vittime delle più grandi stragi italiane si sono date appuntamento questa mattina davanti a Montecitorio per protestare contro la proposta di riforma della giustizia che, secondo le associazioni, “pone fine alla parola giustizia”. La strage di Viareggio, la Thyssenkrupp di Torino o il crollo della scuola di San Giuliano di Puglia sono alcuni dei processi che con la nuova riforma, secondo i familiari, non sarebbero mai arrivati in Cassazione. “Con questa riforma vincerà i processi chi si potrà permettere avvocati costosi con la capacità di prolungare il più possibile i tempi fino ad arrivare alla prescrizione”, spiegano i dimostranti. “I processi si devono fare, devono avere rispetto” spiegano altri manifestanti.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO