Cronaca - 7 Agosto 2021

Il video dell’agguato ai Quartieri Spagnoli: due persone ferite per errore

Sono stati arrestati questa mattina i 6 presunti responsabili della sparatoria del 16 giugno scorso ai Quartieri Spagnoli. I proiettili, esplosi per strada, hanno ferito due passanti, l’artista Enrico De Maio di 56 anni, finito in ospedale in gravi condizioni e il muratore 62enne Vittorio Vaccaro, che aveva da poco finito di lavorare ed è stato colpito ad un braccio.Questa mattina, nell’ambito di un’operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Dda di Napoli e dalla procura presso il Tribunale per i Minorenni, sono stati arrestati i 6 presunti autori dell’agguato, accusati di duplice tentato omicidio. Tra loro c’è anche un minore. La vittima designata, da quanto è emerso dalle indagini, sarebbe sfuggita al commando, che voleva vendicare l’omicidio di Gennaro Verano, messo a segno nel 2017. Gli spari hanno invece ferito due persone che non hanno alcun legame con la camorra.
In particolare, sono stati arrestati Giuseppe Basile, Francesco Cannola, Carmine Nocerino, Massiliano Verrano, Mario Marotta, ritenuti gravemente indiziati di omicidio plurimo, detenzione illecita e porto abusivo in luogo pubblico di arma comune da sparo calibro 7.65, aggravati dalla circostanza di cui all’articolo 416 bis.1 c.p., per aver eseguito i fatti di sangue avvalendosi delle condizioni di cui all’articolo 416 bis c.p., commessi a Napoli il 16.6.2021, e dei delitti di detenzione illecita e porto abusivo di una pistola calibro 9×21, commessi a Napoli il 31 marzo 2021.
Su delega della procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, inoltre, è stato eseguito un decreto di fermo per gli stessi reati a carico di M.P.G, nato nel 2005, coinvolto nei fatti commessi il 16 giugno scorso. Le misure cautelari compendiano gli esiti di articolate indagini (svolte attraverso l’acquisizione di riprese video, intercettazioni ambientali e telefoniche, consulenza video-metrica, dichiarazioni delle persone offese e delle persone informate sui fatti) che hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei loro destinatari che, nell’ambito di uno scontro violento tra i membri di due famiglie rivali dei Quartieri Spagnoli, si rendevano responsabili dell’esplosione di colpi d’arma da fuoco a scopo intimidatorio nei confronti di una donna, nella sera del 31 marzo, nonché di un fallito agguato omicidiario, avvenuto in Vico Tre Regine A Toledo il 16 giugno, in cui rimanevano feriti, in modo grave, due ignari passanti, del tutto estranei al contesto causale descritto.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO