Esteri - 22 Febbraio 2022

Crisi Ucraina, Zelensky: “Azioni della Russia sono una violazione della nostra sovranità e integrità territoriale, ma restiamo fedeli alla via della pace”

“L’Ucraina considera le azioni della Russia una violazione della sovranità e dell’integrità territoriale nel nostro stato. Tutta la responsabilità per le conseguenze sono della leadership politica russa. Il riconoscimento dell’indipendenza dei territori occupati di Lugansk e Donetsk potrebbe significare un ritiro unilaterale della Russia dagli accordi di Minsk. Non c’è ragione per azioni caotiche, faremo tutto il possibile per mantenere la calma. Restiamo fedeli alla via della pace e della diplomazia. Useremo solo questa via, siamo nella nostra terra, non abbiamo paura di niente e di nessuno, non dobbiamo niente a nessuno, non daremo via niente a nessuno. Siamo fiduciosi e sicuri”. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un discorso ai cittadini nella notte, dopo l’annuncio di Putin del riconoscimento delle repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO