News - 22 Agosto 2022

Comandato a distanza l’ordigno che ha ucciso Darya Dugina e lo scontro tra Letta e Meloni sul video dello stupro di Piacenza, le breaking news del Riformista Tv

COMANDATO A DISTANZA L’ORDIGNO CHE HA UCCISO DARYA DUGINA

L’ordigno esplosivo installato sull’auto della giornalista e politologa Darya Dugina e’ stato fatto esplodere a distanza. Lo afferma la polizia russa. “Il caso e’ risolto”, ha aggiunto una fonte della polizia alla Tass. Per i servizi russi di intelligence, “il crimine e’ stato preparato e commesso dai servizi segreti ucraini. L’esecutrice e’ la cittadina ucraina Natalia Vovk, arrivata in Russia il 23 luglio”.

SCONTRO LETTA-MELONI SUL VIDEO DELLO STUPRO DI PIACENZA

Scatena la polemica politica il video dello stupro a Piacenza di un originario della Guinea nei confronti di una donna ucraina, postato su twitter dalla leader di FdI Giorgia Meloni. Il segretario Dem Enrico Letta attacca parlando di “video indecente e indecoroso”. La sindaca Piacenza: “con il video la vittima violentata due volte”. Contro la leader di FdI interviene anche Nicola Fratoianni di SI. Letta lancia anche l’hashtag #VivaLeDevianze in risposta al discorso di Meloni che assicurava la lotta “contro droghe e devianze”.

DEPOSITATE LISTE: CASELLATI IN BASILICATA, RENZI IN TOSCANA

Oggi alle 20 scade il termine per la presentazione delle liste elettorali e i vari partiti annunciano le candidature. La presidente del Senato Elisabetta Casellati si presenta in Basilicata, mentre Matteo Renzi sara’ capolista anche in Toscana. Berlusconi a Monza, in Piemonte e nel Lazio 2. Candidata anche la compagna Fascina. Meloni si presenta all’Aquila. Intanto, a proposito del confronto in tv tra tutti i big, il Tg1 offre lo spazio il 7 e il 15 settembre.

KIEV, QUASI 9000 SOLDATI UCRAINI UCCISI DA INIZIO GUERRA

Quasi 9.000 soldati ucraini sono stati uccisi dall’inizio dell’invasione russa, ha dichiarato il comandante in capo delle forze armate dell’Ucraina, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Interfax-Ucraina. I funzionari ucraini hanno fornito solo raramente dettagli sulle perdite militari in quasi sei mesi di guerra. L’ultima stima risale ad aprile, quando il presidente ucraino Zelensky disse che fino a 3.000 soldati ucraini erano stati uccisi e 10.000 feriti.

NON SI ARRESTA LA CORSA DEL GAS, SALE A 290 EURO AD AMSTERDAM

Il gas sfonda quota 290 euro ad Amsterdam dove sale del 18,8% a 290,5 euro al megawattora. Nel corso della seduta i future sul metano con consegna a settembre hanno toccato un massimo di 292,99 euro al megawattora, come effetto della tensione scatenata sul mercato dalla decisione di Gazprom di chiudere per tre giorni il Nord Stream. Le scorte di gas in Italia sfiorano il 79%.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO