Cronaca - 13 Settembre 2021

Blitz anti-mafia a Bagheria, il corriere di Provenzano: “Ho fatto la storia”

“Io ho fatto la storia”, avrebbe detto Massimiliano Ficano vantandosi di esser stato fidato postino del boss di Cosa Nostra Bernardo Provenzano. È uno degli arrestati del blitz di stanotte che ha colpito il clan di Bagheria, in provincia di Palermo, una delle roccaforti dell’organizzazione criminale siciliana. A firmare i provvedimenti di fermo nei confronti di otto indagati il procuratore capo Francesco Lo Voi e l’aggiunto Salvatore De Luca. Un omicidio di Mafia sarebbe stato inoltre sventato grazie all’operazione Persefone, com’è stata ribattezzata, dei carabinieri. Le accuse, a vario titolo, nei confronti degli otto indagati sono di associazione mafiosa e finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e vendita di armi clandestine, estorsione, lesioni aggravate, maltrattamenti, reati aggravati dalle modalità mafiose.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO