Giustizia - 28 Luglio 2021

“Vincenzo sbattuto in cella con i pedofili, non ce l’ha fatta e si è ucciso”: il dramma dei familiari

Vincenzo Sigigliano si è suicidato nella sua cella nel carcere di Sanremo. Era napoletano, 49 anni con 5 figli. “Amava la vita, non si sarebbe mai suicidato ma non ce la faceva più a vivere nel carcere”, racconta sua sorella Ernestina. “Abbiamo denunciato dai carabinieri la penitenziaria perchè vogliamo che venga fatta luce su com’è morto mio fratello. Aveva già tentato il suicidio 5 giorni prima, perchè non era piantonato? Perchè stava nel reparto dei pedofili quando lui è un detenuto comune? Volevano che si uccidesse?”. La famiglia addolorata chiede che le condizioni dei detenuti siano più umane.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO