Politica - 2 Dicembre 2021

Vaccini ai bimbi. De Luca: “Andremo nelle scuole a farli”

 “Quando avremo la disponibilità dei vaccini per i bambini procederemo immediatamente”. E’ quanto assicura il governatore Vincenzo De Luca che prende le distanze dal caso “nazionale” e annuncia che la sua Campania andrà avanti per la sua strada come ha sempre fatto nel corso della gestione dell’emergenza pandemia. Il presidente nel criticare la confusione del Governo (“non ho ancora superato il trauma di avantieri quando nel giro di 24 ore hanno detto che si chiudevano le scuole con un solo contagio e poi la sera hanno negato quello che hanno detto la mattina”, ritiene “un passaggio decisivo” la campagna di vaccinazione relativa alla fascia d’età 5-11 anni. 

 Dopo il via libera dell’agenzia del farmaco europeo (Ema) e di quella italiana (Aifa), giovedì 2 dicembre c’è stata la prima riunione organizzativa dell’Unità di crisi regionale, con il piano operativo che prenderà forma nei prossimi giorni. La campagna potrebbe iniziare già prima delle festività natalizie. “Questo sarà un passaggio tanto delicato quanto essenziale per poter ritornare alla vita normale nelle scuole ma più in generale nella società e per l’economia” osserva De Luca che vuole creare dei punti di vaccinazione anche all’interno delle stesse scuole, al centro da settimane di un feroce dibattito sul ritorno o meno alla didattica a distanza, auspicata dalla stessa regione Campania prima delle festività natalizie. 

La quarta ondata è in corso, i contagi sono in risalita anche se la situazione negli ospedali è al momento sotto controllo. Nelle scuole sono diversi i casi registrati e le classi in isolamento. “Dobbiamo avere luoghi dedicati per la vaccinazione dei bambini e anche negli attuali centri di vaccinazione dobbiamo avere delle sezioni dedicate ai più piccoli, anche con la presenza di pediatri e vorremmo andare nelle scuole dove sarà necessaria la presenza dei genitori”.

De Luca predica massima attenzione alla comunicazione relativa al vaccino riservato ai minori. “Si può creare anche un clima di maggiore distensione, di maggiore leggerezza, l’importante è che non diffondiamo notizie assolutamente irresponsabili, come è capitato in questi mesi e come capita ancora in queste ore”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO