News - 1 Marzo 2022

Ucraina, Sansonetti: “Il coraggio di Zelensky merita grande rispetto”

“Ci sono due cose che voglio sottolineare. Non può passare sotto silenzio l’atteggiamento eroico di Zelensky. È una lezione clamorosa: noi siamo abituati a statisti di altro genere”, dice il direttore del Riformista Piero Sansonetti intervenuto alla trasmissione di Rete 4 “Controcorrente” del 26 febbraio sulla guerra in Ucraina e sull’azione del leader ucraino. E ricordando la resistenza partigiana durante la seconda guerra mondiale, ha aggiunto: “L’unica città che in Europa ha tentato di resistere è Roma, quando scesero i tedeschi e un gruppo di ragazzi andò a Porta San Paolo a sparare guidati dal colonnello Montezemolo, ma non c’era il Re, né il presidente del Consiglio, non c’erano i generali: erano scappati tutti. Zelensky invece è lì. E di fronte a questi atteggiamenti si prova grande rispetto”, afferma il direttore de Il Riformista. “La seconda affermazione che voglio fare – aggiunge Sansonetti – è che questa resistenza e anche l’atteggiamento di Zelensky non possa avere un peso significativo sui negoziati per strappare dei risultati migliori. Anche io non vedo altra soluzione se non il negoziato. L’idea che l’Europa possa venire militarmente mi sembra demenziale. Così come il presidente Usa Biden che poteva risparmiare di parlare di terza guerra mondiale”, conclude Sansonetti.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO