Politica - 25 Febbraio 2022

Ucraina, Fassino(Pd): “Putin aveva deciso da tempo l’invasione”

“È una decisione irragionevole quella di Putin di invadere l’Ucraina” ha detto al Riformista Piero Fassino del Pd a margine del presidio delle forze democratiche di ieri davanti all’ambasciata russa a Roma per dire stop alle armi e all’aggressione armata e per esprimere solidarietà all’Ucraina. E poi ha aggiunto: “Si è lavorato per giorni per trovare una soluzione politica ed era possibile, ma evidentemente Putin aveva già deciso un’altra cosa perché quando si schierano 180mila soldati alla frontiera con l’Ucraina per tutelare le due repubbliche autoproclamate, che rappresentano meno dell’1% del territorio ucraino simboleggia una sproporzione tale che quei 180mila rappresentassero qualcosa in più”. L’appuntamento è stato lanciato dal Pd e da Azione nei pressi di viale Castro Pretorio. Contemporaneamente, davanti l’ambasciata russa è stato organizzato anche un presidio dei cittadini ucraini residenti in Italia.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO