"Stanno uccidendo mio figlio Ezio", la disperazione di mamma Carmela

Il riformista

Il riformista

Notizie, analisi e opinioni de il Riformista

5852 visualizzazioni

“Mio figlio può morire da un momento all’altro e voglio riabbracciarlo. Il carcere di Opera uccide le persone, se deve pagare può farlo anche in un carcere a Napoli, vicino ai suoi cari, non per forza lì”. È questo l’accorato appello di Carmela Stefanoni, mamma di Ezio Prinno, arrestato nel 2010 durante una retata anticamorra a Napoli, nel dedalo di viuzze della Rua Catalana. Oggi Prinno ha 44 anni, è detenuto a Milano e le sue condizioni di salute sono molto precarie. Sua madre è disperata: “Non ho soldi per andare a Milano a trovarlo e ho sue notizie confuse che mi vengono dette in maniera non ufficiale. So solo che è ricoverato e sta talmente male che al telefono non riesce a dire una parola”.

  • Condividi
  • Codice da incorporare