News - 3 Maggio 2021

“Stanno torturando mio figlio, sono sempre gli stessi 5. Ora si vuole togliere la vita” il dramma di Gabriele

Ancora violenze in carcere. Questa volta succede nel carcere di Vibo Valentia dove Gabriele De Biase, 31enne, ha denunciato di essere stato picchiato dagli agenti. Denudato e preso a manganellate al suo arrivo nel carcere in Calabria perché reduce da un trasferimento dovuto alle rivolte andate in scena durante il lockdown nel penitenziario salernitano di Fuorni. Attualemnte si trova nel carcere di Secondigliano a Napoli ma la famiglia preoccupata denuncia: “Se sarà trasferito nuovamente a Vibo Valentia si ucciderà o lo uccideranno”.

Newsletter

Il meglio delle notizie de Il Riformista direttamente nella tua casella di posta elettronica