Cronaca - 29 Luglio 2021

Sicilia, nave romana ritrovata a 92 metri di profondità nelle acque dell’Isola delle Femmine

Sensazionale scoperta nelle acque antistanti all’Isola delle Femmine, in provincia di Palermo. Un relitto romano del II secolo a.C., giacente a 92 metri di profondità, è stato ritrovato durante una ricognizione effettuata dal personale della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana a bordo della nave oceanografica Calypso South dell’Arpa Sicilia. L’intervento degli esperti della Soprintendenza ha consentito di confermare il ritrovamento, documentando proprio alla profondità di 92 metri la presenza di un cospicuo carico di anfore, molto probabilmente di tipo vinario, della tipologia Dressel 1 A.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO