News - 14 Aprile 2022

Sansonetti sul Papa: “L’unico in questo momento a parlare di pace”

Il direttore de Il Riformista Piero Sansonetti è intervenuto nell’edizione serale del Tg4 sul protrarsi del conflitto in Ucraina e sulla necessità di concreti negoziati di pace. “Le notizie che arrivano sono incerte. Alcune in contraddizione. Purtroppo non arriva alcuna notizia positiva su trattative. Sono giorni che aspetto qualche voce, qualche ipotesi”.
Poi sul Papa: “L’unico a parlare. Ha scritto anche un libro, che uscirà domani. Ma mi sembra l’unica voce. Non si sente più alcun fiato. Naturalmente, questo può essere anche un fatto positivo. Ho sempre creduto che le vere trattative non sono quelle che escono sui giornali ma sono quelle segrete. Se invece non ci sono trattative, ogni giorno la situazione diventa sempre più terrificante. Adesso aspettiamo l’esito della battaglia di Mariupol ma poi aspetteremo l’esito di un’altra battaglia, e di un’altra ancora”.
Sulla necessità di un negoziato: “O in questa guerra entra il negoziato, oppure se è solo una questione di missili non se ne esce. Non credo nell’utilizzo di armi chimiche, comunque è possibile anche questo ulteriore orrore. Bisogna che qualcuno prenda in mano la situazione. Non c’è nessun grande statista tranne il Papa che dice bisogna trattare. Ci sono poi i turchi e gli israeliani. Ma questi sono piccoli tentativi”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO