Politica - 22 Febbraio 2022

Sansonetti sul governo: “Se ci sono questioni di principio è giusto che ciascun partito le metta sul tavolo, sui piccoli interessi non possono fare così”

Piero Sansonetti, direttore de Il Riformista, ospite al Tg4 parla di quanto accaduto nei giorni scorsi nelle Commissioni parlamentari sul dl Milleproroghe e sul Green pass: “Le cose sono più facili lì perché possono compiere atti di dissenso politico molto clamorosi senza compromettere il cammino del governo perché si può poi riparare in aula quello che succede in Commissione. E’ probabile che verranno studiate anche tecniche parlamentari di guerriglia non guerriglia. Cioè che permettano ai partiti di fare la loro guerriglia senza disturbare troppo il governo che poi va avanti per la sua strada. Però è molto pericolosa questa divisione tra azione di governo e lotta politica, che prima non c’è mai stata, non è naturale e non può portare a buoni risultati. Draghi finché tiene tiene, poi salta tutto. E’ inutile che i partiti pensino che alla fine Draghi ricuce. Se ci sono questioni di principio è giusto che ciascun partito le metta sul tavolo, sui piccoli interessi non possono fare così, perderanno qualche decina di migliaia di voti. Questo è il prezzo da pagare alla politica di unità nazionale, se nessuno è disposto a pagare un piccolo prezzo non si fa più questa politica, allora andiamo alle urne però”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO