Politica - 17 Febbraio 2022

Saluto romano al Parlamento europeo, condanna unanime per l’eurodeputato bulgaro Angel Dzhambazki

Durante il dibattito alla Plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo, l’eurodeputato bulgaro Angel Dzhambazki, iscritto al Gruppo Ecr (di cui fa parte anche Fratelli d’Italia), ha insultato il collega Sandro Gozi (Renew Europa) prima dell’intervento di quest’ultimo sullo stato di diritto in Polonia e Ungheria. Dzhambazki ha chiarito che, a suo modo di vedere, il dibattito in corso non riguardava lo “stato di diritto”, ma “l’odio per l’idea del concetto di nazione”. “Non saremo mai d’accordo con la vostra agenda delle ong che cercano di distruggere l’Europa, trasformandola in qualcos’altro”. Dzhambazki ha concluso l’intervento augurando “lunga vita a Orban, Fidesz, Kaczynski, la Bulgaria. Lunga vita all’Europa delle nazioni”. Successivamente ha abbandonato l’assemblea con il gesto del saluto romano verso la vicepresidente del Parlamento europeo Pina Picierno (Pd) che in quel momento presiedeva l’Aula che ha detto: “Ho subito condannato l’accaduto e chiesto di sanzionare questo gesto ignobile e inaccettabile”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO