News - 9 Agosto 2022

Renzi e Calenda al lavoro per un possibile accordo e il taglio dei flussi dall’oleodotto Druzhba verso l’Europa, le breaking news di Riformista Tv

Il leader di Italia Viva Renzi e quello di Azione Calenda si risentiranno oggi per un possibile accordo elettorale. Per l’ex premier è Calenda a dover decidere sul terzo polo con Italia Viva. Calenda chiarisce che la questione della raccolta firme “pesa zero” e il dem Franceschini attacca: ‘Cerca di seminare zizzania’. Intanto il PD incassa la conferma di +Europa. L’ormai ex 5 Stelle Alessandro Di Battista attacca: ‘Politicamente oggi non mi fido di Beppe Grillo’ che “fa da padre padrone” e “io non ci sto”. Nel centrodestra Salvini ribadisce: “Con un voto in più meloni premier. Se prende un voto in più Matteo Salvini, lo fa Matteo Salvini”.

La Russia ha interrotto le consegne di petrolio ad alcuni paesi europei attraverso l’oleodotto Druzhba, che transita in ucraina. Lo ha reso noto Transneft, la compagnia statale russa responsabile del trasporto di idrocarburi. Lo stop, legato ad una transazione bancaria non andata a buon fine a causa delle sanzioni, “e’ scattato il 4 agosto” con un impatto sulle consegne a “Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca”, spiega una nota.

L’FBI ha perquisito la residenza di Donald Trump a Mar-A-Lago in Florida. Lo ha reso noto lo stesso ex presidente in una nota inviata alla CNN. I federali hanno anche “Fatto irruzione nella mia cassaforte”, ha aggiunto. Secondo l’ex presidente si tratta di una “Strumentalizzazione della giustizia e un attacco dei democratici di sinistra radicali che disperatamente non vogliono che mi candidi alle elezioni del 2024”. Al momento della perquisizione Trump non era presente.

Accordo tra la commissione europea e moderna per ri-programmare le consegne dei vaccini contro il covid-19, originariamente previste in estate, a settembre e nel periodo autunnale/invernale 2022. L’intesa riguarda anche i vaccini adattati alle nuove varianti ba.4 e ba.5 omicron, in attesa di autorizzazione da parte dell’Ema. “Garantirà alle autorità nazionali di avere accesso ai vaccini nel momento in cui ne avranno bisogno per le campagne nazionali”, spiega una nota.

Nel bollettino del sistema di sorveglianza, l’aumento delle ondate di calore ha causato, nelle prime due settimane di luglio un eccesso della mortalità del 21%, per un totale di 733 decessi nelle 33 città italiane oggetto di monitoraggio. Nel mese di giugno nelle 33 città è stata registrata una mortalità del 9% superiore all’atteso. Dall’1-15 luglio le città in cui si è registrato l’incremento maggiore sono state Latina (+72%), Bari (+56%), Viterbo (+52%), Cagliari (+51%), Catanzaro (+48%).

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO