Tv - 22 Aprile 2022

Mistero Azovstal, Sansonetti: “Nei sotterranei nascosti consiglieri occidentali. Se catturati incidente internazionale clamoroso”

Ospite del Tg4 dell’edizione serale, il direttore de Il Riformista Piero Sansonetti commentando a proposito della proclamazione della presa di Mariupol nel Donbass, ha ipotizzato sulle possibili mosse del Cremlino nel conflitto ucraino e sulla complessità dei lavori nei negoziati di pace. “Parto da due considerazioni – ha precisato – La prima è che si sta parlando pochissimo della proposta di pace che avrebbe fatto Putin. Ci fermiamo qui, chiedendo l’autonomia del Donbass e differentemente l’annessione della Crimea. Questa è una proposta sulla quale si potrebbe trattare. Dunque, perché non se ne parla? Altro grande mistero è cosa stia accadendo nelle acciaierie. Ci sono mille civili, come mai non li fanno uscire. Oppure, come ritengono molti osservatori, all’interno ci sono numerosi consiglieri militari occidentali che non possono essere catturati perché questo creerebbe un incidente internazionale clamoroso. Ed è questo il motivo per cui la brigata Azov non si arrende o per cui Putin non vuole dare l’assalto, perché sennò sarebbe un incidente che farebbe cadere ogni possibilità di trattativa. Ci sono tantissimi misteri attorno a quelle acciaierie. Ed il comportamento di Putin oggi appare in contrasto con la precedente spietatezza. Questo è un mistero che andrebbe risolto perché potremmo capire se un negoziato è possibile o addirittura imminente”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO