Sport - 23 Agosto 2021

Maxirissa durante Nizza-Marsiglia, le immagini della follia di giocatori e tifosi 

Bottiglietta rilanciata contro i tifosi, invasione di campo e maxirissa. E’ stata sospesa Nizza-Marsiglia, partita valevole per la terza giornata del campionato francese, dopo le intemperanze dei tifosi locali che al 75′ (sul risultato di 1-0 a favore dei padroni di casa) hanno invaso il campo dopo che il giocatore del Marsiglia, Dimitri Payet, ha rilanciato contro gli spalti dell’Allianz Riviera una bottiglietta che lo aveva colpito alla schiena. Si tratta di una delle tante bottigliette che gli arrivavano addosso ogni volta che andava a tirare un calcio d’angolo.

Ne è nata una maxirissa che ha coinvolto giocatori e dirigenti di entrambe le squadre. La sospensione, decisa dall’arbitro, è arrivata dopo un’interruzione durata un’ora e trenta minuti. “Un’inchiesta è in corso, ma non ci sono fermi”, hanno spiegato gli inquirenti alla stampa francese. Dopo il gesto di Payet, è arrivato in suo scorso il compagno di squadra Alvaro Gonzalez che ha aizzato ulteriormente la curva prima con gesti provocatori contro i tifosi, poi calciando violentemente un pallone. La reazione dei tifosi del Nizza non si è lasciata attendere e, quasi in 50, hanno sfondato i tabelloni pubblicitari e fatto il loro ingresso in campo.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO