Napoli - 5 Ottobre 2021

Maltempo a Napoli, il fango invade le strade: residenti intrappolati

Fiumi di fango, strade impraticabili, caduta calcinacci e cedimenti. Il maltempo mette in ginocchio la città di Napoli. Nel corso delle 24 ore di allerta meteo di colore giallo, annunciata lunedì dalla Protezione civile della Campania, sono state numerose le segnalazioni arrivate da più zone della città e della provincia arrivate ai vigili del fuoco. Il violento nubifragio ha creato numerosi disagi.

Strade allagate a causa di tombini che non hanno retto alla pioggia, auto bloccate nell’ acqua soprattutto nel quartiere napoletano di Pianura e lungo la bretella che collega l’area occidentale con il Vomero. Inoltre calcinacci caduti da un cavalcavia in via De Roberto, nella zona orientale. Nel pomeriggio inoltre i Vigili del Fuoco sono intervenuti con la Polizia Municipale in via Catena, nel quartiere Pianura, dove un tombino “scoppiato” ha provocato un allagamento.  Allagamenti a causa di tombini saltati anche in via Cinthia, a Fuorigrotta, in via Bianchi, nella zona di Cappella Cangiani, ed in via Ettore Ciccotti, a Scampia.

Sempre nel quartiere di Pianura, così come emerge in un video pubblicato sui social dai residenti, in via Parroco Simeoli, poco dopo la chiesa San Giorgio, la strada è diventata un fiume di fango. Una situazione che si ripete sempre più spesso nel quartiere flegreo dove le vasche comunali, che dovrebbero raccogliere la melma proveniente dalla collina dei Camaldoli in situazioni climatiche simili, versano in uno stato di abbandono decennale e ogni volta che si verifica un nubifragio i poveri cittadini devo spalare il fango. “Non possiamo vivere in queste condizioni, è una situazione che va avanti da sempre e nessuno fa niente” denuncia l’autore del video. 

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO