News - 17 Giugno 2022

Il gas schizza a 134 euro al Mwh dopo i nuovi tagli Gazprom e benzina e gasolio self sono oltre i due euro al litro, le breaking news del Riformista Tv

Balza il gas naturale sulla piazza di Amsterdam dopo il taglio deciso da Gazprom alle richieste occidentali di forniture. Flussi dimezzati per l’Eni oggi, mentre la Francia non riceve piu’ il gas russo via gasdotto. I contratti futures sul mese di luglio segnano un rialzo del 7,75% a 134 euro al MWh. Tensioni anche a Londra, dove per singola unita’ termica vengono chiesti 254,67 penny, ossia il 9,01% in piu’ rispetto a ieri. Ieri Gazprom aveva comunicato che avrebbe consegnato solo il 65% delle forniture rispetto alle richieste dell’Eni.

Il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalita’ self e’ 2,069 euro/litro, con i diversi marchi compresi tra 2,060 e 2,084 euro/litro. Il prezzo medio praticato del gasolio self va a 2,006 euro/litro, con le compagnie tra 2,004 e 2,011 euro/litro. E’ quanto risulta a Quotidiano Energia dai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati ieri. Il leader della Lega Matteo Salvini preannuncia che “lo sconto benzina verra’ rinnovato per tutta l’estate”.

Piu’ che un raddoppio: per negozi e attivita’ turistiche il conto dei costi dovuti ai rincari dell’energia passa dagli 11 miliardi del 2021 ai 27 del 2022. Lo afferma l’osservatorio Energia di Confcommercio che, insieme a Nomisma Energia, ha fatto i conti in tasca alle diverse tipologie di attivita’ incrociandole con le migliori offerte per luce e gas. Per un ristorante la sola bolletta elettrica aumenterà del +58%, per un negozio di alimentari del +70%, per un albergo del +76%.

“Per le prossime settimane e i prossimi mesi, e fino alla fine del 2023, l’inflazione sara’ la sfida principale per tutti noi”. Lo ha detto il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, arrivando all’Ecofin. “La priorita’ assoluta e’ proteggere i nostri cittadini e le nostre famiglie, soprattutto quelle con i redditi piu’ bassi”, mentre “piu’ a lungo termine dobbiamo ridurre il debito pubblico e tornare a finanze pubbliche sane”. “Un approccio graduale e’ l’unico che sara’ efficace”, ha ribadito.

La situazione umanitaria nell’Ucraina orientale e’ “estremamente allarmante” e continua a deteriorarsi. Lo afferma l’Onu. “In particolare nel Donbass orientale, ha affermato in una nota l’ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari. Allarme dell’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (Ohchr): dall’inizio dell’invasione russa sono stati uccisi 4.481 civili. I feriti sono 5.565. Sono 322 i bambini uccisi informa il Procuratore Kiev, i feriti sono oltre 581. Sale a tre il numero dei combattenti volontari americani scomparsi in Ucraina.

Sale l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 310 ogni 100.000 abitanti contro 222 ogni 100.000 abitanti della scorsa settimana. Nel periodo 25 maggio – 7 giugno 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici e’ stato invece pari a 0,83, in aumento rispetto alla settimana precedente, con un range che supera la soglia epidemica. Lo rileva il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute che segnala inoltre che due Regioni tornano a superare la soglia di allerta del 15% per l’occupazione dei reparti ospedalieri ordinari di malati Covid: la Sicilia e la Valle d’Aosta.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO