News - 8 Aprile 2022

Il bilancio della strage di Kramatorsk e le parole di von der Leyen a Bucha, le breaking news del Riformista Tv

Aumenta il bilancio della strage della stazione di Kramatorsk. Ci sono almeno 50 morti – fra i quali 10 bambini – e 100 feriti fra le migliaia di profughi che aspettavano di essere evacuati. La tv Ukraine 24 pubblica le immagini di uno dei missili sul quale si vede la scritta in russo ‘per i bambini’. Mosca afferma invece che si trattava di un missile ‘utilizzato solo dalle forze ucraine’.

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha compiuto oggi una visita a Bucha assieme all’Alto Rappresentante per la Politica Estera Josep Borrell. ‘Qui – ha detto – e’ successo l’impensabile. Abbiamo visto il volto crudele dell’esercito di Putin, la sconsideratezza e la spietatezza di chi ha occupato la citta’. Qui a Bucha abbiamo visto l’umanita’ andare in frantumi. Tutto il mondo e’ con Bucha oggi”.

Lunedi’ al Consiglio dei ministri degli Esteri Ue non si discutera’ di un possibile embargo al petrolio russo. il petrolio richiede l’unanimita’ tra gli Stati membri e l’Europa e’ dipendente dall’energia russa, dunque si tratta di una questione complicata dal punto di vista tecnico e politico’, afferma un funzionario Ue. INTANTO Secondo il ministro della Transizione ecologica Cingolani, ‘e’ ragionevole dire che in 24-26 mesi possiamo abbandonare completamente la dipendenza dal gas russo’.

Il segretario del Pd Enrico Letta si dice ‘molto preoccupato per quello che ci aspetta, credo che sia necessario fare rapidamente un piano di risparmio energetico’. ‘Crediamo – ha aggiunto – che debba essere costruito un meccanismo di aiuto al ceto medio attraverso un ‘assegno energia’, che va messo a punto proprio perche’ i danni sono pesanti e colpiranno soprattutto i cittadini e le famiglie con reddito piu’ basso’.

Il Def rivede al ribasso le stime sull’impatto macroeconomico del Pnrr: il Pil nel 2026 salira’ grazie alle riforme di 3,2 punti percentuali, invece dei 3,6 stimati quando venne presentato il piano ad aprile dello scorso anno. Un calo di 0,4 punti dovuto a posticipi di spesa e ad una ‘meno rapida dinamica del cronoprogramma di spesa’.

E’ stata isolata per la prima volta in Italia, da un laboratorio di Reggio Calabria, una nuova variante di Omicron, chiamata Xj ed ‘equivalente a Xe’. Validata dall’Istituto superiore di sanita’, e’ stata individuata da una struttura dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria. La Xj sarebbe una ricombinazione delle sotto-varianti di Omicron BA.1 e BA.2.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO