Cronaca - 19 Gennaio 2022

Guzzanti sul piccolo Daniele: “Fatto che lascia indignati e tortura l’anima”

Il giornalista e scrittore Paolo Guzzanti è intervenuto al Tg4 sull’omicidio del piccolo Daniele, ucciso dal padre la scorsa settimana: “Un padre che uccide il figlio premeditatamente è una cosa che ci tortura l’anima. Ma questo caso è uguale a quello dei tanti casi in cui delle donne che ottengono tutte le pratiche e poi vengono uccise ugualmente. In questo caso fa particolarmente dispiacere e incredulità. Il magistrato è una donna quindi dovrebbe avere una sensibilità particolare, doveva essere interdetto dai rapporti con i familiari ma questo magistrato fa un’eccezione e poi dice ‘chi se lo poteva immaginare’. Le cose impensabili accadono ma non accadono proprio per caso. Questo ha accoltellato un collega in ufficio, picchiava la moglie e adesso abbiamo un bambino di 7 anni assassinato dal padre. È una cosa che ci lascia indignati”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO