Personaggi - 12 Ottobre 2022

Giulia Salemi al fianco delle donne iraniane, il monologo in farsi rotto dalle lacrime a Le Iene

“Buonasera il mio nome è Giulia Salemi. Sono una conduttrice e influencer italo-persiana. Mia madre Fariba è nata a Teheran e nel ’78 durante la rivoluzione islamica è stata costretta a fuggire. È stata lei a insegnarmi l’amore per l’Iran. Questa sera vi parlo in farsi, per dirvi che, anche grazie a Le Iene, molte donne italiane sanno per cosa lottate, e hanno deciso di tagliarsi e spedire i loro capelli all’Ambasciata iraniana per dire, a chi vi governa, che siamo dalla vostra parte e che la vostra richiesta di libertà è anche la nostra”. Così ieri sera Giulia Salemi alle Iene.

“È inconcepibile, deprimente, offensivo che voi donne che vi siete sacrificate per raggiungere importanti posizioni nella società iraniana e per farla progredire, ancora oggi dobbiate subire le pretese di un regime che vuole decidere cosa c’è di giusto e cosa di sbagliato in voi. A voi che reclamate la stessa libertà che in passato è stata negata ad altre, come mia madre, va il nostro più grande abbraccio. Continuate a rifiutarvi di tacere, non fermatevi, noi siamo con voi, vi voglio tanto bene. Donna, vita, libertà”, ha concluso in lacrime l’influencer.

Abbonamenti

Abbonamenti de Il Riformista

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO