News - 3 Maggio 2021

Fischi, insulti e zampogna contro Salvini: “Fomentatore d’odio, ci hai messi gli uni con gli altri”

Matteo Salvini, segretario della Lega, è stato duramente contestato durante il suo comizio a Torre del Greco, in provincia di Napoli, dove si trova in campagna elettorale in vista delle elezioni regionali in Campania. Centinaia i manifestanti scesi in piazza che hanno gridato cori e fischiato Salvini per tutta la durata del comizio, nel tentativo di coprire la voce del leader leghista. Tra i contestatori anche un ragazzo ‘armato’ di zampogna, strumento musicale tipico della Campania.

Al termine del comizio ha ricevuto in dono un crocifisso di corallo da alcuni sostenitori e poi ha baciato il ciondolo. Il regalo è un simbolo della città, conosciuta per la lavorazione del corallo. In precedenza aveva subìto qualche fischio e lanci di pomodori mentre mercoledì una contestatrice aveva strappato il crocifisso dal collo di Salvini a Pontassieve, in provincia di Firenze. “Chi lancia pomodori è un incivile, ringrazio le signore che mi hanno restituito i rosari che qualcuno mi ha portato via l’altro ieri, mi porot via il bello di questa città”.

Newsletter

Il meglio delle notizie de Il Riformista direttamente nella tua casella di posta elettronica