News - 3 Maggio 2021

Esplosioni Beirut, decine di morti e feriti: immagini terrificanti

Decine di persone sono morte a causa di due forti esplosioni avvenute a Beirut, capitale del Libano. Lo hanno riferito i media locali, citando testimoni. I video diffusi online mostrano una prima esplosione vicino a un grande edificio, che causa una collana di fumo, e pochi secondi dopo nello stesso luogo una molto più grande detonazione che solleva un grande fungo di fumo e un’onda d’urto nella città. La causa delle esplosioni non è chiara, mentre il Paese attraversa una grave crisi economica e sono in corso tensioni tra Israele e il gruppo sciita Hezbollah.

Un fotografo di AP vicino al porto ha visto persone ferite a terra e danni significativi ai palazzi. Alcune stazioni tv hanno parlato di un possibile scoppio in un’area del porto dove sono stoccati fuochi d’artificio.

In attesa di un bilancio più preciso della forte esplosione, la Croce Rossa libanese ha riferito che vi sarebbero decine di feriti, alcuni dei quali sepolti sotto le macerie. La deflagrazione, avvenuta nella zona del porto, è stata avvertita in tutta la capitale libanese, provocando scene di panico tra i cittadini.

Secondo quanto riferisce su Twitter la corrispondente del quotidiano emiratino The National, Joyce Karam, una delle due deflagrazioni avrebbe avuto luogo nelle vicinanze della residenza dell’ex primo ministro Sa’ad Hariri. La giornalista sottolinea che è atteso per questa settimana il verdetto del Tribunale speciale per il Libano istituito dalle Nazioni Unite per far luce sull’omicidio dell’ex primo ministro Rafiq Hariri, il padre di Sa’ad, ucciso in un attentato il 14 febbraio del 2005. Secondo i media locali, le autorità non hanno ancora elementi sufficienti per determinare le cause delle due esplosioni, avvenuta l’una a distanza di 15 minuti circa dall’altra.

Newsletter

Il meglio delle notizie de Il Riformista direttamente nella tua casella di posta elettronica