Politica - 26 Marzo 2022

Conte alla resa dei conti, l’avviso al Movimento: “Passo indietro se vittoria sarà risicata”

“Se il risultato sarà così risicato sarò il primo a fare un passo indietro” ma “non posso più accettare che si remi contro”. Parole di Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle, che in un video sui social annuncia un possibile passo indietro se l’esito della votazione sul rinnovo dei vertici del partito pentastellato non dovesse essere netto. “Domenica 27 e lunedì 28 marzo sarete chiamati di nuovo a votare per confermare il mio ruolo di presidente e la nuova struttura del Movimento 5 Stelle, dai comitati politici ai vicepresidenti agli organi di garanzia. Chiedo nuovamente la vostra fiducia – sottolinea Conte – e non mi interessa prendere il 50,1 per cento dei voti. Anzi vi dico che se il risultato sarà così risicato sarò il primo a fare un passo indietro. Perché a fronte di un risultato così di misura lascerei il Movimento che in questo momento ha bisogno si una leadership forte e di una forte investitura. Allo stesso modo però con una decisa riconferma le cose cambieranno”.

E il messaggio è diretto soprattutto al ministro degli Esteri Luigi Di Maio che nel video pubblicato da Conte sui social non è presente. Le frizioni vanno avanti da mesi, con la situazione che è precipitata dopo la folle settimana che ha portato alla rielezione al Colle di Sergio Mattarella. In quei giorni Di Maio bacchettò l’azione politica di Conte, in sintonia con l’ex alleato Matteo Salvini (Lega) nel bruciare nomi di pseudo candidati.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO