News - 5 Ottobre 2022

Concluso il primo esecutivo di FdI dopo le elezioni e la Commissione Ue che lavora per un tetto al gas, le Breaking News del Riformista Tv

CONCLUSO IL PRIMO ESECUTIVO DI FDI DOPO LE ELEZIONI

Si e’ conclusa, dopo due ore e mezzo, la riunione dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia, con la presidente Giorgia Meloni, nella sede del partito. La leader di Fdi ai cronisti che le hanno chiesto se stesse leggendo la lista dei ministri, lei ha risposto che stava leggendo anche gli sms di Matteo Salvini. Fissata a Giovedi’ 13 alle ore 10 la prima seduta della Camera.

LA COMMISSIONE UE LAVORA A DUE TIPI DI TETTO PER IL GAS

La Commissione europea sta lavorando su due tipi di tetto al prezzo del gas: una e’ “un price cap sul gas utilizzato per generare elettricita'” e l’altro riguarda “un cap sull’energia scambiata in Europa fin tanto che stiamo lavorando a una riforma dell’indice Ttf”. Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, propone di usare gli extraprofitti per mitigare le conseguenze della crisi energetica. Le falle provocate nei gasdotti Nord Stream 1 e 2 sarebbero effetto di un “sabotaggio mirato” attuato probabilmente da “attori statali”. Intanto gli stoccaggi di gas in Italia salgono al 91,36%.

MOODY’S, POSSIBILE UN TAGLIO DEL RATING SENZA RIFORME

Moody’s, che dopo le elezioni non ha modificato il suo giudizio sull’Italia aspettando la formazione di un nuovo Governo, aggiorna il profilo, analizza la situazione e i possibili sviluppi. Senza riforme il rating potrebbe essere tagliato, avvertono gli analisti. Allarme del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, sull’inflazione a Napoli per l’assemblea regionale dell’organizzazione. Il 2022 si potrebbe chiudere con un’inflazione media al 7,5% mentre nel mese di ottobre i prezzi al consumo salirebbero ancora, segnando un rialzo del 9% su base annua. A pesare e’ sempre il caro-energia. “Da qui alla prima meta’ del 2023, secondo le nostre stime, almeno 120mila piccole imprese potrebbero cessare l’attivita’ con la perdita di oltre 370mila posti di lavoro”, ha detto Sangalli.

TRUSS, AVANTI CON LA BREXIT, BASTA REGOLE UE ENTRO IL 2022

La Brexit resta al centro dei programmi della nuova premer Tory, Liz Truss, impegnatasi a “consegnare alla storia entro la fine di quest’anno” tutti i residui legami del Regno con i regolamenti Ue previsti dal cosiddetto “red tape” in favore di “regole pro business e pro crescita”. Truss ha fatto poi promesse a tutto campo per “rimettere in carreggiata” il Paese “a lungo termine”. “La sfida” per il rilancio dell’economia “e’ immensa” di fronte ai contraccolpi della guerra russa in Ucraina o del dopo pandemia, ma l’obiettivo di un rilancio della crescita e’ possibile e “tutti ne beneficeranno”, ha detto la premier.

RUBY TER: KARIMA, PER ME E’ STATO TUTTO UN INCUBO

E’ in corso a Milano il processo milanese sul caso Ruby ter anche a carico di Silvio Berlusconi, Karima El Mahroug, l’ormai ex Ruby Rubacuori. “L’augurio che mi faccio e’ che questa vicenda sia chiusa il prima possibile, perche’ e’ stato un grande incubo”, ha detto ai cronisti Karima. “Oggi processiamo una donna profondamente diversa da quella descritta nel procedimento, da quella ragazzina che entrava e scappava dalle comunita’ per minori”. Cosi’ l’avvocato Paola Boccardi ha iniziato la sua arringa difensiva.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO