Cronaca - 29 Giugno 2021

Camorra, blitz tra Campania e Lombardia: smantellata rete di protezione del boss Calabria

Smantellata, tra la Campania e la Lombardia, la rete di protezione del boss camorristico Salvatore Calabria. Tra Napoli, Benevento, Acerra (NA), Pomigliano d’Arco (NA), Castello di Cisterna (NA), Casamarciano (NA), Castel Volturno (CE) e Liscate (MI), i carabinieri hanno dato esecuzione a ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Napoli a carico di 17 soggetti (di cui 14 destinatari di misura in carcere), poiché gravemente indiziati di favoreggiamento personale aggravato dal metodo e dalle finalità mafiose, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi comuni e da guerra. L’indagine è stata avviata a seguito della latitanza di Salvatore Calabria, esponente apicale del clan camorristico De Sena operante ad Acerra, che, si era reso irreperibile all’indomani della condanna all’ergastolo e dell’emissione nei suoi confronti della misura cautelare della custodia in carcere per l’omicidio di Giovanni Sodano nel dicembre 1996. Era stato pòi arrestato a marzo del 2015 mentre era seduto in un bar a Roma, in possesso di una carta d’identità e di una tessera sanitaria contraffatte nonché di 4 telefoni cellulari e altrettante schede sim intestate ad altre persone

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO