In edicola - 10 Marzo 2022

Azzaro: “Il dovere della resa, perché la vita viene prima di tutto”

Le anticipazioni del giornale in edicola domani raccontate da Angela Azzaro, vicedirettrice de Il Riformista: “Anche oggi un giorno di guerra e anche oggi raccontiamo quello che è accaduto soprattutto sul fronte diplomatico, con il fallimento dei negoziati in Turchia e poi i capi di Stato e di governo che si sono incontrati a Versailles per tentare di continuare a costruire delle proposte che possano colpire Putin.
Il Riformista continua la sua discussione e il suo dibattito su come costruire la pace e lo fa con un titolo molto forte: “Il dovere della resa”. È un articolo di Alberto Cisterna, in cui si mette in discussione l’idea che per forza bisogna resistere quando in gioco ci sono le vite umane. La sua non è una provocazione, ma un serio ragionamento che parte dalla messa in discussione del mito dell’eroe perdente, di colui che sacrifica la propria vita per difendere la patria. La vita, dice Cisterna, viene prima di tutto, pur partendo dal riconoscimento che è c’è un’aggressione criminale da parte di Putin e di un popolo che sta subendo questa aggressione. Non c’è il tentativo di mettere sullo stesso piano i due popoli o i due Paesi.
Sempre sul piano del dibattito, ospitiamo due articoli contrapposti: uno di Piero Fassino che rivendica la scelta dell’Italia di mandare le armi all’Ucraina, anche in nome di quello che è l’articolo 11 della Costituzione; l’altro articolo è invece di Luca Casarini che afferma che disertare un valore vuol dire stare dalla parte delle vittime, in questo caso il popolo ucraino.
Rilevante è un articolo del direttore Piero Sansonetti, in cui si parla dell’editore de Il Riformista e del processo che sta subendo a Napoli. È l’ennesimo drammatico caso di malagiustizia in Italia”.

Buona lettura a tutt* voi.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO