Politica - 11 Ottobre 2021

Assalto Cgil, Bertinotti: “Violato luogo sacro, c’è inquietudine”

“Possiamo dire tutto il male possibile di questo atto, per un vecchio sindacalista come me è inimmaginabile”. Così Fausto Bertinotti, ex sindacalista, ex presidente della Camera ed ex segretario di Rifondazione Comunista, lasciando la sede Cgil a Roma, dopo aver portato la sua solidarietà al segretario Maurizio Landini per l’attacco subito sabato pomeriggio durante il corteo no green pass nella Capitale. “Si pensava che questo luogo, anche nella crisi sociale e politica, fosse un luogo sacro – ha detto – E il fatto che non lo sia più è un elemento di inquietudine”.

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO