News - 3 Marzo 2022

Angela Azzaro: “L’accoglienza degli ucraini deve diventare la strada maestra per l’Europa”

Le anticipazioni del Giornale in Edicola Domani raccontate da Angela Azzaro, vicedirettrice de Il Riformista: “Oggi è stato il giorno del negoziato e si è raggiunto un accordo sul cessate il fuoco temporaneo che consenta ai profughi di andare via da Kiev e dall’Ucraina e quindi un accordo sui corridoi umanitari. Ma Putin continua a minacciare, dicendo: ‘Distruggeremo l’anti-Russia’. L’ottavo giorno di guerra si chiude con un filo di speranza ma c’è ancora tanta violenza e tanto terrore per quello che potrà accadere nei prossimi giorni. L’apertura de Il Riformista è dedicato proprio ai profughi. ‘Benvenuti profughi’ è il titolo che abbiamo scelto. In Italia sono attese 800mila persone e l’Europa ha deciso di accoglierli e di stabilire delle quote per queste persone che fuggono dalla guerra. E su questo abbiamo un commento di Gianfranco Schiavone che dice: ‘Ma un afgano non vale di meno…’.
È certamente una notizia positiva l’accoglienza degli ucraini, ma non bisogna dimenticare tutti gli altri migranti e profughi che fuggono dalle guerre e dalla povertà e che finora l’Europa ha respinto. Quindi un grande ‘sì’ per questa misura dell’Europa ma con un elemento di criticità molto forte: questa deve diventare la strada maestra per l’Europa sempre.
E sempre sulla guerra abbiamo un commento del direttore Sansonetti, il cui titolo è: ‘Ecco la guerra come non l’avete mai vista’. Sansonetti scrive: ‘L’informazione della guerra in Ucraina è di ottimo livello, perché realizzata dagli aggrediti e di quelli che subiscono l’invasione e i bombardamenti’.
Inoltre, non potevamo non avere la notizia sulla politica italiana perché, come titoliamo, ‘Il catasto spacca la maggioranza, Draghi vince ma ora rischia’. Ne avevamo scritto anche ieri, con le minacce di una parte del governo di una caduta dell’esecutivo qualora si fosse votato la riforma del catasto, che è passata per un filo.
All’interno vi segnalo degli articoli molti importanti. Uno di Fausto Bertinotti sulle ragioni del pacifismo contro anche l’invio delle armi in Ucraina. E ancora, una intervista a Emma Bonino, che è stata oggi ospite del Riformista Tv. Bonino presenta la sua posizione della necessità di un intervento in Ucraina proprio per aiutare le popolazioni che sono sottoposte ai bombardamenti.
E infine un articolo che risale a tanti anni fa, quando Pier Paolo Pasolini si confrontava con Vittorio Foa sul ’68 e sul suo sostegno ai poliziotti. È un pezzo di stori, ma anche di attualità”.

Buona lettura a tutt*

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO