In edicola - 28 Febbraio 2022

Angela Azzaro: “Incontro tra delegazione russa e ucraina riaccende la speranza”

Spes contra Spem è il titolo che trovate domani in edicola. È un titolo che racconta i fatti di cronaca, che ci sia astato un incontro tra la delegazione russa e quella ucraina. La trattativa va avanti, quindi c’è questo filo di speranza che si accende contro la guerra. Spes contra Spem è un motto di Paolo di Tarso poi ripreso da Pannella e indica una speranza che va contro anche ciò che è più consolidato. Una speranza che osa, che crede nel futuro. Riprendere Pannella è un modo per ricordare il ruolo che tutti noi abbiamo nella costruzione di Pace, non come soggetti passivi ma attivi. Nell’interno abbiamo vari articoli che riguardano la guerra: di cronaca, di riflessione. Che cosa sta accadendo davvero? Dietro ai fatti, alle bombe e al dolore c’è una questione geopolitica. Una ricollocazione delle forze che Il Riformista vi racconta.
Non poteva poi mancare la giustizia. Il titolo centrale del giornale è: “Al Dap vogliamo un aguzzino”, assalto Trav-leghista a Cartabia. Trav sta per Travaglio perché c’è stato un vero schieramento sul volere della Cartabia a nominare Carlo Renoldi nuovo capo del Dap. Troppo democratico un giudice di sorveglianza che applica la Costituzione. Questo il suo limite. Per chi pensa che le carceri debbano essere dolore e sofferenza, avere una persona che crede nel Diritto, nell’articolo 27 della Costituzione non va bene. Questa nomina così importante purtroppo rischia di saltare. Questa notizia non è negativa solo per la situazione carceraria ma è anche interessante perché racconta della nuova liason tra 5stelle e Lega che si trovano uniti e schierati perché il carcere sia ancora tortura.
Ancora Pasolini. Vi avevamo raccontato tutte le aporie e le contraddizioni di questa figura che abbiamo accusato anche di essere un padre del giustizialismo. A questa accusa risponde indirettamente con un bellissimo articolo Fausto Bertinotti che racconta l’innamoramento della generazione che scese in piazza negli anni sessanta e settanta che pur riconoscendo queste contraddizioni in conflitto con alcune posizioni di Pasolini, è rimasta legata a questa figura.
Ancora giustizia e il racconto della giornata politica domani sul Riformista.
Buona lettura a tutte e a tutti

Abbonamenti

Sfoglia, scarica e leggi l'edizione digitale del quotidiano(PDF) su PC, tablet o smartphone.

ABBONATI SUBITO